news, comunicazione, grafica ... pausa caffè

Eco Font

Vi abbiamo già raccontato in precedenti Post Skript di come la comunicazione sia utile nelle iniziative sociali e no profit e non solo alle imprese. Questa volta è stata realizzata una font dai rifiuti raccolti durante il World Cleanup Day in Slovenia. L’idea è stata realizzata da Ecologist Without Borders, Futura DDB e numerosi volontari con l’obbiettivo di sensibilizzare le persone sui danni dell’abbandono dei rifiuti, sul riciclo ed il riuso.

La spazzatura raccolta come bottiglie, lattine, ma anche pezzi d’auto, vestiti ed estintori sono stati combinati e fotografati per comporre le lettere dell’alfabeto Sloveno. La font è liberamente scaricabile e utilizzabile, la trovate al seguente link.

Un bug è una falla, un errore nella programmazione che può causare anche problemi di sicurezza. Per questo da anni colossi come Google e Microsoft offrono programmi e ricompense per la ricerca di bug nei loro prodotti.

Bug Bounty

Sicurezza e privacy sono diventate, negli ultimi anni, un tema cruciale. Lo conferma il susseguirsi di notizie ed azioni intraprese da aziende private e istituzioni pubbliche.

Un’ulteriore prova è il nuovo programma di Bug Bounty (ricerca di vulnerabilità) promosso dall’Unione Europea all’interno del progetto FOSSA (Free and Open Source Software Audit).

Il programma stabilisce tempistiche e modalità di ricerca per 15 software Open Source di interesse. Sono previste delle ricompense che variano da un minimo di 25.000€ ad un massimo di 90.000€ in base alla gravità della falla trovata. Sviluppatori e tecnici sono così incoraggiati a cercare bug e vulnerabilità in FileZilla, Notepad++, VLC Media Player, 7-zip, Drupal, Apache Kafka, PuTTY, FLUX TL, KePass, Digital Signature Services (DSS), GNU C Library (glibc), PHP Simfony, Apache Tomcat e WSO2.